Economia

La città di Taranto è caratterizzata dalla presenza di diverse aziende che operano in alcuni settori che possono essere considerati i pilastri portanti dell’economia interna al capoluogo di provincia pugliese. Uno di questi è la pesca. Infatti, nella città, ex colonia della Magna Grecia, vi è una flotta marittima che fa della pesca uno degli elementi principali per il prodotto interno lordo locale, se si pensa che vi sono più di 80 pescherecci che pescano dei prodotti ittici che soddisfano il fabbisogno interno e che sono anche destinati all’esportazione verso altre aree nazionali. Inoltre, bisogna dire che vi è un’industria specializzata in mitilicoltura (allevamento di Cozze) e che si occupa di allevare i mitili che, come sappiamo, rappresentano il prodotto “principe“della cultura gastronomica della città di Taranto.
Altro settore molto sviluppato è quello della Siderurgia e, in particolar modo, della lavorazione dell’acciaio.
Infatti, nel corso degli anni ’50 fu costruito il “IV Centro Siderurgico Italsider” che è uno dei più grandi apparati industriali in Europa. Se da un lato l’economia stagnante che caratterizzò soprattutto la prima metà degli anni sessanta venne del tutto risollevata da tale processo di industrializzazione, dall’altro lato l’ambiente ne risentì parecchio in quanto il livello qualitativo di vita notevolmente si ridusse per effetto di un repentino aumento del tasso di inquinamento.

Anche il settore terziario e, in particolar modo, quello dei servizi per il turismo è molto sviluppato, infatti, una parte del porto che si trova nel lato del Molo Sant’Eligio, nella parte del Borgo Antico che dà sul Mar Grande vi è una struttura capace di ospitare oltre 250 posti barca, con attrezzature molto innovative e diverse aree attrezzate che possono accogliere al meglio i turisti che attraccano i loro yacht. Non mancano, di certo, i servizi per la ristorazione che consentono di gustare i piatti tipici del luogo e per il pernottamento con i tanti hotel e aziende che operano nel settore alberghiero, ma anche le aziende che offrono dei servizi per lo svolgimento di attività ricreative, sportive, artistiche e culturali.